martedì 4 marzo 2014

Clonare pedali, i forum, la morale e l'aria fritta - Parte 3

Eccoci alla terza e ultima parte di questo excursus filosofico tecnico.

Dopo aver ampiamente dimostrato come a clonare pedali difficilmente si può parlare di "furto" di idee particolarmente originali, dimostrando anche quali sono gli iter progettuali della maggior parte dei pedali, passiamo alla parte più controversa.

Di cosa si appropria indebitamente chi fà cloni o comunque costruisce copiando circuiti esistenti se non si avvantaggia alla fine dei conti dell'ingegnerizzazione (molto poca come abbiamo dimostrato) che c'è dietro?

E' semplice;
ci si avvantaggia dell'immagine, della pubblicità e dell'endorsing cioè di tutte quelle cose che alle aziende costano molto di più (ma molto molto molto più) che progettare e costruire un pedale.
Come ho dimostrato era cosa che raggiungeva livelli esagerati in tempi passati

Quando vendo uno dei miei 808 sfrutto tutta la pubblicità che ha fatto e avuto il TS-808 dell'Ibanez.
Pubblicità pagata dall'Ibanez ma anche avuta gratuitamente visto l'ampio successo e l'ampia diffusione che ha avuto la serie di pedali Tube Screamer, diventando un "classico" anche come suono visto che è presente per esempio nel 100% delle pedaliere, emulatori e programmi per PC di emulazione dei suoni.

Ovviamente sono in buona compagnia, basta vedere quanti pedali hanno nomi simili e look simili tanto che se un pedale è anche solo verde già ci si aspetta che sia simile a un Tube Screamer.

Ecco per esempio quelli che ho qui in negozio :


Sono tutte ditte americane e se possono farlo negli States che ti fanno causa anche se inciampano in uno stuzzicadenti, vuole dire che è legalmente fattibile.
Da SX a DX il Green Screamer della BBE, il Power Screamer della HBE, e il Double Trouble della Visual Sound che è composto da 2 "Route 808" che è il nome del pedale singolo.

Alla fine dei conti non suonano tutti perfettamente identici a un TS808 proprio perchè c'è molto da migliorare, esattamente come per esempio i miei 808 sono True Bypass a differenza dell'originale, come montano componenti molto migliori che inevitabilmente migliorano il suono.

Basta vedere come la stessa Ibanez si sia resa conto che erano più i Tube Screamer venduti da altre marche che i loro e che c'era una grossa domanda di TS boutique mettendo sul mercato la versione Hand Wired (ad un prezzo fuori dal normale).
Alla fine dei conti si potrebbe dire che è l'Ibanez che ha copiato il pedale da chi lo faceva in versione Boutique True Bypass.

Quindi alla fine dei conti la morale qual'è?

Io non sono certo qui per fare la morale, a mio modesto parere la morale è una cosa strettamente personale.
Faccio tanto di cappello a tutti quelli che si impegnano a comprare i pedali originali come si impegnano a comprare solo musica originale e non a scaricarla da internet, idem per i film e i programmi per PC, tutte cose che hanno un VERO valore intellettuale.

Mi sento di fare solo un piccolo appello ai soliti personaggi che animano in maniera negativa i soliti forum:
non rompete i coglioni a chi lavora onestamente e con passione visto come in Italia ormai fare impresa è diventato un calvario e farla nel mondo della musica è puro masochismo.
Grazie.

Post scriptum del 5/03 :
Volevo aggiungere una frase emblematica dell'autore di uno dei blog americani per DIYers che seguo :
Out of the 231 overdrive layouts currently on this blog there is a pretty high proportion that are extremely close to the Tubescreamer (some are basically identical).
Si riferisce ovviamente agli schemi degli overdrive che potete trovare in commercio.

Post Scriptum del 17/03
Ho trovato lo schema del Grid Slammer della Mesa Boogie.

Andate a rivedervi gli schemi del Tube Screamer originale ;-)


Nessun commento:

Posta un commento