lunedì 3 febbraio 2014

Clonare pedali, i forum, la morale e l'aria fritta - Parte 1

Da più parti mi è stato chiesto di intervenire in alcune discussioni su vari forum italiani del settore, dove si parla dell'amoralità (addirittura anche dell'illegalità !) di fare riproduzioni di circuiti esistenti in maniera professionale e non.
Ovviamente ho sempre gentilmente rifiutato fermando anche alcuni miei clienti che volevano prodigarsi per parlare in mio favore.

Il motivo è semplice, in Italia è molto difficile instaurare delle discussioni serie su qualsiasi forum.
Per colpa di pochissimi si trasformano quasi sempre nel salotto di Buona Domenica dove si finisce per parlare dell'aria fritta e/o a litigare ;
e ve lo dice uno che è stato moderatore di forum per vari anni !

Frequentando invece assiduamente i forum specifici americani, dove dò il mio piccolo contributo verificando schemi, postando foto di circuiti e riportando le miei esperienze per aiutare chi si vuole costruire il proprio pedale, mi rendo conto di come l'approccio a qualsiasi questione è completamente diverso, più costruttivo e piacevole, dove nessuno si erge a TUTTOLOGO (anche se c'è chi potrebbe farlo, della serie "ho visto cose che voi umani ....... Brian Wampler che aiutava chi voleva clonare un suo pedale ecc ecc"), i FanBoy hanno vita breve e i post di giudizi puramente personali finiscono sempre con l'acronimo IMO (In My Modest Opinion).
......in Italia abbiamo imparato a usare bene solo il LoL e normalmente per prendere per il culo l'ultimo arrivato che invece andrebbe aiutato e non bullizzato.

QUINDI per fare un pò di chiarezza sulla questione l'affronterò in 2 parti (tre visto che questa è la prima parte), una tecnico-storica e una storico-etico/morale.
Mi prenderò un pò di tempo perchè ho un paio di progetti in corso di cui spiegherò anche l'approccio progettuale e quindi del perchè tanti circuiti si "rassomigliano" così tanto.

Stay Tuned !


2 commenti:

  1. Interessante, questo post lo seguirò: in effetti avevo partecipato ad una di queste discussioni su un forum che aveva come logo una mucca un tempo; in realtà non ero intervenuto in questioni tecniche, non ne capisco, ma sul fatto che tiravano in ballo il tuo nome senza consultarti prima. A dire il vero il blog è interessante e lo scopro solo ora per caso.

    RispondiElimina