venerdì 20 settembre 2019

Nuovo Look : Vox Tone Bender 1.5 DAM 1966

Nuovo look per il mio clone dell' ennesimo fuzz chiamato Tone Bender.
In questo caso è il VOX 1.5, rimaneggiamento del classico Fuzz Face.
Prodotto prima in Inghilterra in pochi esemplari poi in Italia dalla JEN di Pescara sempre con marchio VOX ma anche con il marchio JEN tra fine anni 60 e inizio 70.

La mia versione è quella reissue della DAM inglese, ditta specializzata in repliche quanto più originali possibile, ma in questo caso che dei 2 transistor il primo è introvabile si sono sentiti autorizzati a sperimentare un pò aggiungendo uno switch per aumentare i bassi visto che il pedale originale è veramente molto acido.

Al solito ho usato gli stessi loro transistor, AC125 e OC76 Mullard (usato nelle prime versioni originali inglesi), condensatori Philips BC ecc ecc.


In questa versione è già presente il circuito invertitore per la polarità dell' alimentazione, prezzo finale 120€

2 commenti:

  1. Buongiorno volevo sapere se questo pedale crea problemi con il wha?

    RispondiElimina
  2. Tutti i fuzz anni 60/70 possono avere dei problemi di impedenza con certi wah che non hanno un buffer in uscita.
    Il problema non è dei fuzz ma più che altro dei wah che senza un buffer variano la propria impedenza al variare della posizione del pedale.
    Si risolve modificando il wah o aggiungendo una resistenza in ingresso al fuzz, normalmente sotto forma di potenziometro o trimmer interno almeno si può regolare visto che all'aumentare del valore cala il gain del fuzz.

    RispondiElimina